PERCHE’ CONTACT IMPROVISATION E CLOWNING?

Per me la Contact Improvisation è danza, divertimento, gioco, meditazione, creazione e crescita; la sua pratica è un viaggio attraverso molteplici qualità del movimento e della relazione con se stessi e con i partner.

La Contact Improvisation e il Clowning condividono alcuni aspetti fondamentali: la ricerca dell’autenticità nel gesto e nella relazione, la disponibilità al gioco e al lavoro su di sé, il tutto condito con leggera ironia. L’esperienza ci ha mostrato come avvicinare due tecniche in un unico percorso di ricerca sia una possibilità per chi pratica Contact Improvisatione o Clowning di ampliare la propria esperienza performativa e arricchire le risorse (cinetiche, emotive, creative, cognitive, poetiche) con stimoli o canali espressivi differenti. Per chi non ha esperienza di Contact o di Clowning può essere un’occasione per conoscere due pratiche di lavoro molto profonde e allo stesso tempo assolutamente divertenti!

Sara due Torri

COS’E’ IL CLOWNING O CLOWN SOCIALE?

Il Clowning è uno strumento che invita a un percorso di ironica osservazione del mondo. Questa tecnica studia la nostra gestualità dando voce alle nostre reazioni a gli stimoli spontanei che riceviamo nel nostro vissuto. Un’esperienza a metà tra il buon umore e le profondità umane indossando la maschera più piccola del mondo: il naso rosso. I temi sul Clown che propone il seminario sono: la ricerca dello stato dell’essere Clownil suo respiro, la sua energia ed espressione, l’ascolto che è il segreto di un buon lavoro di improvvisazione in coppia e in gruppo. Il corpo Clownla sua postura, il suo movimento, le caratteristiche dell’individuo che lo indossa. Il controtempo del Clown: Come puoi giocare con il ritmo naturale del tuo clown?

Un percorso che non ha una finalità performativa e che non usa necessariamente il naso rosso per rappresentare la sua emozione.

Enrico Vezzelli